Sui social ti offendono?Allora utilizza il metodo di Gianni Morandi.

Gianni Morandi ha proposto una gestione di una pagina Facebook innovativa e a tratti sarcastica. Idea vincente?

Annunci
Foto di base pubblicata su birikina.it
Foto di base pubblicata su birikina.it

Nel corso della mia esperienza sui social network, ho notato che spesso i contenuti dei personaggi più celebri o delle aziende più rinomate sono caratterizzati da una serie di commenti negativi che pregiudicano la reputazione del proprio operato.

Nella quasi totalità dei casi, le “accuse” o le osservazioni ironiche sono strumentali e quasi sempre indotte dall’ invidia del commentatore, geloso di non essere celebre come il “bersaglio” prescelto.

Da un punto di vista comunicativo, queste situazioni sono molto complesse in quanto ogni parola, gesto e/o azione potrebbe pregiudicare la propria attività o professione.

Per questo molte volte le star dello spettacolo o, nel caso di una pagina aziendale, i social media manager evitano volontariamente questi commenti per non compromettere gli equilibri sistemici che si sono creati all’ interno della comunità digitale.

Anche se professionalmente questo appare poco corretto, è forse una delle soluzioni più convenienti per chi lavora costantemente con i social, ma naturalmente non tutti adottano questa tattica.

Infatti da pochi giorni ho scoperto che Gianni Morandi ha impiegato una strategia completamente opposta che sta fornendo ottimi risultati in termini di interazione e di apprezzamento del proprio pubblico.

Per chi non lo sapesse, il noto cantante bolognese è una vera e propria icona dei social media in quanto la sua pagina Facebook conta ad oggi circa 1 milione e 300 mila follower con livelli di engagement “stratosferici”, poiché ogni foto genera miglia di mi piace e di commenti scatenando l’ invidia di tutti i social media manager del mondo.

Sicuramente, come ho affermato più volte, la pagina è gestita da un professionista che sa svolgere in modo ottimale il proprio lavoro e anche la gestione dei commenti “negativi” è figlia della bravura di chi conosce nei dettagli le dinamiche dei social network.

Utilizzare toni pacati per contrastare i feedback negativi è stata un’ idea geniale che ha fornito ulteriore visibilità al cantante. Infatti da questa strategia è nata la pagina Facebook “stimare Gianni Morandi per la pacatezza delle sue risposte” che in pochissimi giorni ha raggiunto circa 37 mila follower con un’ interazione pazzesca soprattutto in termini di condivisione.

A prescindere se la pagina sia gestita o meno da un professionista, questo “Case History” ci fornisce alcune informazioni che potrebbero essere utili per esercitare la professione di social media manager. Quali sono queste informazioni?Scopriamolo insieme.

  1. Il potere logora chi non ce l’ha. L’ espressione dell’ ex Presidente del Consiglio Giulio Andreotti è valida anche per il mondo dei social. Più sarai celebre e più sarai offeso volontariamente, quindi in ogni circostanza bisogna mantenere la calma e riflettere sull’ azione da porre in essere.

  2. La quasi totalità dei commenti non sono veritieri. Spesso i feedback negativi sono generati solo dall’ invidia e per questo finché eticamente siamo puliti non dobbiamo preoccuparci delle opinioni negative.

  3. Rispondere sempre. Anche se si tratta di commenti negativi bisogna essere abili a controbattere l’ opinione altrui.

  4. Essere sempre gentili. Con i toni garbati spesso si mettono a tacere le malelingue.

  5. Tutto fornisce visibilità. La strategia di Morandi ha consentito di fornire ulteriore visibilità alla pagina, chiara dimostrazione di come la visibilità nasca anche dalle piccole cose.

Valutato questo caso “aziendale” tu che ne pensi?Hai mai ricevuto commenti negativi? Se si come hai reagito?

Autore: Angelo Cerrone

Vivo una vita reale ed una 3.0. Tutto ciò che passa per le mie mani viene digitalizzato. Sono un digital and social media strategist ma anche un blogger. Scrivo post velenosi ma veritieri.

23 thoughts on “Sui social ti offendono?Allora utilizza il metodo di Gianni Morandi.”

  1. Come osi insinuare che dietro le manone di Gianni alla tastiera ci siano altrettante manine?
    E’ proprio Gianni che è così di suo e ne ho le prove: una sera di tipo 10 Gianni fa stavo correndo per andare a prendere il treno sotto il portico di Via Indipendenza (la main street di Bologna). Davanti a me uno tipo ostacolava la mia corsa con lunghe falcate da maratoneta allenato.
    Lo guardo minacciosa, mi rendo conto che lo conosco ma presa dal fastidio non mi ricordo il nome, sto per dire “Che cazzo, Celentano levati!” quando si gira lui, col suo sorriso splendido, allunga la manona e mi dice “CIAO!”. Così, con gesto apri-chiudi mancano.
    Ho perso il treno ma… hey! CIAO!
    Un abbraccio, Sonia.

    Mi piace

  2. In effetti è troppo nel suo stile per poter pensare che deleghi completamente ad un altro. Personalmente non ricevo molte critiche però, purtroppo, più la critica è personale e più mi armo di ironia e, talvolta, l’acido si percepisce. Alcune sue risposte sono epiche, comunque. Ciao a tutti!

    Liked by 1 persona

    1. E` una bellissima sorpresa leggere un tuo commento in quanto sei una blogger molto competente e affermata. Le risposte di Gianni sono davvero fantastiche più le leggo e più le trovo divertenti. Anche io cerco di essere ironico ma un pizzico di acidità ci vuole per difendere il proprio lavoro.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...