Ma chi sono gli “imbecilli”?

Eco si scaglia contro i social network che hanno dato la parola agli imbecilli. Ma chi sono costoro?

Annunci
Foto base di diecimila.me

In questi giorni sul web il nome di Umberto Eco è costantemente nei trend di discussione in virtù delle sue parole che hanno sancito una netta spaccatura tra gli internauti. Una buona fetta di utenti di internet ha difeso il pensiero del noto semiologo italiano, mentre la maggior parte degli individui ha contestato ogni singola parola strumentalizzando il suo discorso solo per il piacere di ricevere cinque minuti di notorietà.

Io non ho nessuna intenzione di soffermarmi sul pensiero del Professore perché sono stati elaborati tantissimi articoli in merito e non ho le competenze per esaminare un Uomo che è stato oggetto dei miei studi e che è talmente illustre da essere citato anche nella lontanissima e freddissima Estonia, precisamente presso l’ Università di Tartu dove mio fratello si sta specializzando nella semiotica inglese.

Ho deciso di scrivere questo articolo per individuare i probabili “imbecilli” che hanno fatto infuriare Eco e che forse stanno sminuendo le funzioni dei social network.

In base alla definizione della Treccani:imbecille è colui che nelle parole o negli atti si mostra poco assennato o si comporta scioccamente in modo da irritare” qualcun altro.

È proprio il desiderio di irritare qualcun altro a qualificare gli imbecilli che spesso trascorrono le giornate “rilasciando” qua e là atti di provocazione volontari.

Dunque gli imbecilli potrebbero essere coloro che quotidianamente “punzecchiano” con i loro commenti star dello spettacolo o semplici navigatori del web, ovvero potrebbero essere anche coloro che criticano a priori tutto ciò che viene fatto dagli altri. Gli imbecilli potrebbero essere anche tutti quei vip che usano i social per evidenziare le loro difficoltà economiche infischiandosene delle famiglie in difficoltà, oppure tutte quelle persone che si fanno corrompere in nome del Dio denaro. Gli imbecilli potrebbero essere anche tutti quegli uomini che denigrano ogni razza e religione oppure tutti quei truffatori che mettono in atto strategie “estorsive”. Gli imbecilli potrebbero essere coloro che sfruttano il lavoro degli altri per celebrare le proprie gesta o tutte quelle persone che ti voltano le spalle nel momento del bisogno(solidarietà dei social).

Però una cosa è certa, anche gli imbecilli hanno il diritto di esprimere la loro opinione sui social network in quanto sta a noi scegliere se condividere o meno i loro contenuti perché la libertà di scelta è sacra come il pane.

Autore: Angelo Cerrone

Vivo una vita reale ed una 3.0. Tutto ciò che passa per le mie mani viene digitalizzato. Sono un digital and social media strategist ma anche un blogger. Scrivo post velenosi ma veritieri.

25 thoughts on “Ma chi sono gli “imbecilli”?”

    1. Nella banalità si dicono spesso cose talmente scontate che fanno rumore. Ecco Umberto Eco ha capito ciò ed e’ stato in grado di generare clamore dimenticandosi che sui social nessuno e’ obbligato a condividere i contenuti degli altri.

      Liked by 1 persona

  1. Secondo me Eco non ha dimenticato nulla: sa bene che il mezzo è democratico, per cui diventa un ottimo strumento per diffondere baggianate, è il rovescio della medaglia. Ecco perché ha insistito sulla necessità di filtrare le informazioni: è ovvio che tutti hanno libertà di parola, ma bisogna difendersi dall’ imbecillità. Inoltre, non ha certo affermato che bisogna togliere il diritto di parola a qualcuno!

    Liked by 1 persona

  2. Se non si da corda agli “imbecilli”, liberissimi di scrivere la loro opinione, il tutto si spegne nel giro di pochi giorni, se non di ore. Ma siccome c’è chi deve ribattere ad ogni costo, loro acquistano visibilità….
    Direi meglio ignorarli…
    Ciao, Pat

    Liked by 1 persona

  3. Non ho seguito la vicenda di Eco (che adoro anche io) e chiedo venia, mi documenterò al riguardo, ma il tuo post sugli imbecilli, con tanto di definizione, mi ha messo in allarme su quante di queste persone io frequenti nella vita…spesso inconsapevolmente 😉

    Liked by 1 persona

    1. Eco durante una cerimonia ha criticato i social perchè hanno dato voce agli imbecilli. Quindi ho provato a delineare i probabili imbecilli che hanno fatto infuriare lo scrittore. Poiché anche io ne conosco tanti, mi viene spontaneo chiedere se siamo circondati dagli imbecilli??

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...