WordPress.org Vs WordPress.com. Quale scegliere?

Wordpress ha due versioni, quale scegliere?

Annunci

Wordpress.org

Tantissimi utenti della rete hanno individuato in WordPress il luogo ideale per svolgere la propria attività di blogger in quanto questa piattaforma è molto intuitiva e semplice da utilizzare.

Spesso la scelta di adoperare WordPress per le proprie strategie di blogging è condizionata da ricerche approssimative effettuate mediante i motori di ricerca che inducono in errore chi legge i contenuti in questione.

Infatti sul web ci sono numerosi articoli che parlano di questa piattaforma, ma in quasi la totalità dei “pezzi” realizzati non si sottolinea l’ esistenza delle due versioni di WordPress, ovvero quella .org e quella .com, e ciò condiziona in negativo le esperienze di molti blogger.

È proprio per tali ragioni che ho deciso di realizzare questa infografica in modo tale da evidenziare le principali differenze tra le due versioni e facilitare il processo di scelta dei futuri blogger.

WordPress.org

Per chi intendesse aprire un blog su WordPress.org dovrà innanzitutto comprare un hosting e un dominio su un server esterno(Aruba, Tiscali, ecc). Una volta abilitato lo spazio, si potrà scaricare WordPress ed installarlo con pochi e semplici clic. Installata la versione più recente del Cms più celebre al mondo, si potrà personalizzare il proprio blog scegliendo uno dei tantissimi temi presenti sul web, sia free che a pagamento, e scaricando uno o più plugin da internet. I plugin potranno essere installati sul blog solo attraverso una conoscenza base del linguaggio informatico. Dunque chi non ha le competenze per far ciò dovrà chiedere l’ aiuto di un amico e/o professionista del settore.

Ma i plugin rappresentano anche il surplus valoriale di questa piattaforma in quanto si potranno vendere i propri spazi pubblicitari e monetizzare su un’ attività in continuo divenire.

WordPress.com

Invece WordPress.com è la piattaforma ideale per chi gestisce un blog solo per passione. Per usufruire dei servizi di WordPress, è sufficiente creare un account personale mediante classica registrazione. Infatti questa versione è dotata di un hosting interno che consente di essere operativi in pochissimi minuti. I servizi free sono limitati in quanto è possibile scegliere solo il tema(pochissimi sono gratuiti)e installare alcuni widget presenti nel pannello di controllo.

Anche la modifica del tema è parziale poiché è necessario acquistare dal negozio virtuale i servizi aggiuntivi per personalizzare del tutto il proprio blog. Altro grande limite di questa piattaforma è l’ assenza di plugin e di spazi pubblicitari propri. Infatti tutte le pubblicità presenti su WordPress.com sono gestite da Automattic.

Allora quale scegliere?

Dunque se si volesse aprire un blog su WordPress quale delle due versioni bisognerebbe scegliere?

Il mio consiglio è di iniziare da WordPress.com in modo tale da migliorare costantemente la propria esperienza da blogger e di far accrescere il proprio Know-how.

Solo in una fase successiva si potrà passare alla versione .org ma tale scelta dovrà essere dettata da una crescita costante della propria notorietà e dalla voglia di trasformare una passione in un lavoro remunerativo.

In fondo il lavoro deve essere passione.

Autore: Angelo Cerrone

Vivo una vita reale ed una 3.0. Tutto ciò che passa per le mie mani viene digitalizzato. Sono un digital and social media strategist ma anche un blogger. Autore dell' ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

34 thoughts on “WordPress.org Vs WordPress.com. Quale scegliere?”

  1. davvero un articolo utile, è un po’ che mi chiedo quale sia la differenza, una curiosità (anche se per un po’ resterò sicuramente su .com) su quello .org si mantengono le stesse iscrizioni? Ossia chi ti segue qui ti seguirà automaticamente anche là e io continuerò a seguire comunque le stesse persone o si riparte, in un certo senso, da capo? Spero di essere stata abbastanza chiara.

    Liked by 1 persona

      1. In teoria tutti i contenuti però ad esempio se hai cancellato le foto dalla sezione media, quando esporterai il blog, il nuovo articolo non avrà più l’ immagine ma solo contenuti testuali. Cosa certa è la perdita del posizionamento sui motori di ricerca e dell’ ottimizzazione del blog ma ci guadagni in termini di personalizzazione e di eventuali spazi pubblicitari. Insomma tanti pro e contro, un po’ come tutte le scelte.

        Liked by 1 persona

      2. Beh i pro e i contro si, ci sono sempre in tutte le scelte della vita. Comunque grazie per avermi chiarito le idee e dato tutte queste info. In futuro magari mi saranno utili ma almeno ora ho chiaro tutto e potrò valutare le cose al meglio. Buona serata 🙂 sempre gentile e ottimi post

        Liked by 1 persona

  2. Angelo, due consigli: cosa ne pensi di Tophost? Io da loro penso di comprare il dominio visti i costi economici. E poi avevo pensato di restare attivo il blog su wordpress.com pur aprendo un “sito” con lo stesso nome differenziandone i contenuti: sarebbe una boiata?

    Liked by 1 persona

    1. Tophost non lo conosco ma posso darci un’occhiata oggi e ti faro’ sapere. Per quanto riguarda lo stesso nome non sono d’accordo perché creeresti confusione in chi ti segue. Prova a creare un collegamento tra i due progetti ma con due nomi differenti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...