Personal branding,blogging e storytelling.Tutte le novità di Facebook.

Con le ultime novità,Facebook diventa un ottimo strumento per fare blogging,storytelling e curare il personal branding.

Annunci

Untitled design-min

Dopo un periodo di apparente tranquillità,Mark Zuckerberg ha messo in atto una vera e propria rivoluzione che potrebbe modificare la destinazione d’uso di Facebook e di tutte quelle strategie di social media marketing che si sviluppano sul media digitale.

Infatti con le recenti modifiche apportate sia ai profili personali che alla fanpage aziendali,il social network più diffuso al mondo non è più una semplice piattaforma per promuovere prodotti e/o servizi ma si è elevato come un eccellente strumento per gestire il personal branding e curare gli aspetti della propria vita professionale.

Ma le novità introdotte da Mark non interessano soltanto il personal branding,ma si estendono anche al blogging e allo storytelling modificando in tal modo le tre aree della comunicazione di impresa più influenti sotto il profilo persuasivo.

Blogging.

La prima grande novità è quella inerente a Note,strumento di pubblicazione simile a Pulse(Linkedin n.r.d),che è stato “riproposto” con l’obiettivo di favorire l’attività di blogging e di raccogliere informazioni di varia natura.

Per ora la nuova versione di Note è attiva solo per i profili personali ma si ipotizza che a breve potrebbe essere lanciata una versione aggiornata anche per le pagine aziendali.

Questa novità ha suscitato uno stato di eccitazione tra gli addetti ai lavori ma sinceramente Note non mi ha impressionato particolarmente sia per i tool che si possono adoperare per formattare il testo sia per la portata dei contenuti in termini di SEO.

Infatti non è ben chiaro se Google indicizzi questa tipologia di post,soprattutto con privacy privata,e la stessa portata organica dei contenuti è “limitata” ad amici e conoscenti.

Per chi volesse sperimentare questa piattaforma di blogging può farlo accedendo al proprio profilo,cliccando su altro e selezionando la voce che interessa. Ma per ora suggerisco di non abbandonare le vecchie abitudini di pubblicazione ovvero blog personale,Pulse e/o Medium in quanto Note necessità di un ulteriore restyling per essere appetibile sul mercato della comunicazione.

Personal Branding.

Le ultime novità introdotte da Mark Zuckerberg forniscono a Facebook una connotazione più professionale ed autorevole e ciò rappresenta un punto di svolta per chi opera nel campo dei social media.

I cambiamenti sono stati cosi tanti e repentini che è quasi difficile assimilarli in poco tempo ma sicuramente saranno apprezzati dai social media manager di tutto il mondo.

Prima grande novità è l’introduzione della biografia al proprio profilo personale come avviene da tempo su Twitter. Peccato che lo spazio è limitato a 101 caratteri pochissimi per riassumere la propria professione. Allo stesso tempo però la biografia può essere integrata con cinque foto in evidenza che potrebbero sintetizzare il proprio lavoro nonché le proprie capacità professionali.

La rivoluzione in termini di personal branding passa anche attraverso le immagini profilo. Infatti gli ultimi aggiornamenti consentiranno di caricare un’immagine“temporanea”che sarà cancellata automaticamente da Facebook alla scadenza del periodo di validità o un video con durata di sette secondi.

Le immagini in movimento saranno visibili soltanto se si visitassero i profili privati e non verrebbero mostrate nelle news feed dove comparirebbe un’immagine statica dello stesso video(selezionata dall’utente). Questa novità mi lascia molto perplesso in quanto si potrebbe rivivere il fenomeno di Dubsmash con video al limite della decenza ma sicuramente costituisce una svolta per chi è stufo delle immagini statiche.

Storytelling.

La terza ed un’ultima area interessata alla rivoluzione messa in atto da Zuckerberg è quella dello storytelling,strategia di marketing orientata al racconto di una storia dove il protagonista è il prodotto.

In questo caso le novità si concentrano principalmente nella possibilità di caricare due o più foto ad un post e di mostrarle al pubblico mediante un slideshow. Gli aggiornamenti interessano sia i profili privati che quelli aziendali(fanpage)e forniranno una nuova esperienza di navigazione per i singoli utenti che avranno la possibilità di visualizzare più immagini e di immedesimarsi nel racconto. Obiettivo è quello di ottimizzare il tasso di conversione e di rafforzare il legame prodotto-consumatore. Ho già sperimentato su Graffi Creativi questa nuova funzione e sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti ma naturalmente per far emergere i contenuti è necessario investire un budget sufficiente a raggiungere il target di destinazione.

Conclusioni.

Dunque le nuove strategie del marketing di impresa passano principalmente se non esclusivamente su Facebook che ha assunto ormai una posizione di monopolio nel campo della comunicazione aziendale. Infatti con queste ultime novità soprattutto in termini di personal branding,il social di Mark Zuckerberg si è avvicinato sensibilmente a Linkedin è ciò potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova fase per i professionisti che potrebbero abbandonare il social del lavoro a favore di un network sempre più ricco di servizi e contenuti.

Autore: Angelo Cerrone

Vivo una vita reale ed una 3.0. Tutto ciò che passa per le mie mani viene digitalizzato. Sono un digital and social media strategist ma anche un blogger. Autore dell' ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

8 thoughts on “Personal branding,blogging e storytelling.Tutte le novità di Facebook.”

  1. Più che ricco di contenuti, direi ricco di informazioni preziose e gratuite che dovremmo fargli pagare salate. Zuckerberg (o chi c’è dietro) fa quello che ha sempre fatto: prendere le idee degli altri e farle apparire come proprie, con lo scopo di monetizzare le informazioni. Per non parlare del sistema di controllo che esercita questo social, che è riuscito a far felice i signorotti a stelle e strisce. saluti

    Liked by 1 persona

    1. Purtroppo il problema della gestione dei nostri dati è una situazione complessa e molto articolata che ho già trattato su questo blog. Ogni sistema di marketing raccoglie informazioni più o meno pertinenti per elaborare strategie personalizzate e i social sono un chiaro esempio. Per quanto riguarda il controllo psicologico concordo con te. Alcune persone ormai sono state robotizzate da Mark. Un abbraccio.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...