#Iostoconvale: L’Instant marketing e l’epic fail del biscottone(Gentilini).

L’hashtag #iostoconvale è stato oggetto di strategie di Instant marketing. Mentre molte aziende hanno optato per post ironici,Gentilini ha criticato duramente Marquez.Risultato?Una crisi reputazione che ha generato un ennesimo epic fail.

Annunci
biscotti
Immagine postata sulla Pagina Facebook Biscotti Gentilini e poi rimossa per le feroci critiche.

Nello sport il termine biscotto indica un accordo tacito tra due o più atleti per determinare un risultato favorevole ad entrambi gli sportivi.

Questo termine è utilizzatissimo nel calcio dove spesso viene attuata questa pratica moralmente scorretta. Uno dei più famosi biscottoni della storia è quello tra Svezia e Danimarca nell’europeo 2004 quando le due squadre scandinave si accordarono per pareggiare(2-2 n.d.r.)in modo tale da eliminare l’Italia di Trapattoni.

Ieri abbiamo assistito ad un ennesimo biscottone questa volta in MotoGp dove gli spagnoli Jorge Lorenzo e Marc Marquez hanno“trionfato”insieme agli sponsor che hanno determinato la vittoria finale del giovani motociclista iberico.

La vicenda ha scatenato l’ira funesta dei tifosi di tutto il mondo che con l’hashtag Io sto con Vale(#iostoconvale)hanno manifestato il loro affetto nei confronti del campione italiano vittima degli interessi economici che governano ormai il mondo dello sport.

Naturalmente anche le imprese hanno approfittato dell’episodio di Valencia per dar vita ad iniziative di Instat marketing che potessero generare visibilità ai propri prodotti.

Chupa Chups e Pocket Coffee hanno optato per post semplici e dal tocco ironico che esprimessero solidarietà nei confronti di Rossi(guardali su Graffi Creativi)mentre Gentilini,azienda produttrice di biscotti,ha postato sulla pagina Facebook un post durissimo nei confronti di Marc Marquez.

In pochissime ore l’immagine è stata condivisa da tantissimi italiani sia su Facebook sia su Twitter generando un incremento di notorietà dei prodotti e del relativo brand.

Non contenti del post,i responsabili della comunicazione hanno commentato l’immagine con la seguente frase:“e poi si, facciamo biscotti dal 1890 ma giuriamo che questa volta non siamo stati noi!”che è stata evidenziata anche dalla pagina Commenti Memorabili(vedi qui).

L’attacco al pilota spagnolo però non è piaciuto a tutti e ciò ha determinato una serie di commenti negativi e di minacce nei confronti dell’azienda italiana,sottolineati anche dalla pagina Pubblicità creative e bizzarre(vedi qui).

La protesta messa in atto dagli utenti prevedeva un vero e proprio boicottaggio dei prodotti Gentilini a favore della concorrenza con la conseguente riduzione dei ricavi.

Da un post dai contenuti sbagliati è nata una vera e propria crisi reputazionale che doveva essere gestita in modo oculato. Essere oculati significa pensare a qualcosa che avrebbe salvaguardato gli interessi aziendali,magari un post di scuse o un’iniziativa simpatica che avrebbe rasserenato il malumore degli utenti. Ma cosi non è stato. Infatti il social media manager dell’azienda ha pensato bene di cancellare il post infischiandosene delle conseguenze di tale gesto.

Dunque ennesimo epic fail di questo 2015. Dopo Grisbi(leggi qui)anche Gentilini ha optato per l’eliminazione dei propri contenuti senza sapere che quell’immagine aveva già fatto il giro del mondo e che l’azienda era finita nell’occhio del ciclone per aver sbagliato i toni della comunicazione. In fin dei conti anche i biscottoni devono essere comunicati con garbo.

Autore: Angelo Cerrone

Vivo una vita reale ed una 3.0. Tutto ciò che passa per le mie mani viene digitalizzato. Sono un digital and social media strategist ma anche un blogger. Autore dell' ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...