Non visibilità,improvvisazione e instabilità:i motivi per non investire solo su Facebook.

Puntare tutto su Facebook potrebbe essere un suicidio per l’azienda. Ecco i motivi che devono indurre professionisti ed imprenditori ad elaborare un piano corposo.

Annunci

Non visibilità,improvvisazione e instabilità-i motivi per non investire solo su Facebook

Non voglio creare stupidi allarmismi né tanto meno pubblicizzare social network emergenti, ma il post di oggi nasce da un dato oggettivo:in Italia,la maggior parte delle aziende di piccole e piccolissime dimensioni si“pubblicizza”esclusivamente su Facebook.

La scelta di essere presente solo sul social di Mark Zuckerberg appare vincente visto che Facebook ha un’offerta di servizi talmente ampia da valorizzare qualsiasi attività imprenditoriale,ma in realtà questa decisione,sempre più diffusa sul territorio nazionale,sta uccidendo i sogni di gloria degli imprenditori italiani e anche la visibilità delle stesse attività.

Infatti in quest’ultimi mesi la visibilità delle pagine aziendali si è ridotta ulteriormente e senza un investimento cospicuo,in termini di denaro,è quasi impossibile valorizzare i prodotti e i servizi di quell’attività. Inoltre nemmeno i calendari editoriali e la creatività dei professionisti sono più sufficienti per contrastare l’algoritmo di Facebook in quanto anche la visibilità generata dai like e dalle condivisioni si è ridotta con il tempo. Ormai di gratuito c’è solo l’apertura della pagina e la relativa personalizzazione.

Un altro aspetto preoccupante è l’improvvisazione. Basta navigare su Linkedin e su alcuni gruppi tematici per rendersi conto che una buona fetta di social media specialist non sa nemmeno cosa siano i social network. Hanno imparato a gestire una paginetta su Facebook e pensano che un’azienda si gestisca allo stesso modo. Ad ogni cliente propongono la medesima soluzione:pagina Facebook ad un prezzo irrisorio con l’obiettivo di incrementare il business. Se il social media marketing fosse questo,anche mia nonna sarebbe in grado di svolgere questo lavoro.

Un terzo aspetto sottovalutato da molti è l’instabilità di Facebook. A differenza degli altri network,il social di Mark Zuckerberg propone novità alla velocità della luce. Non fai in tempo a comprendere le potenzialità di un servizio che quel servizio è completamente rivoluzionato o addirittura cancellato. L’instabilità non fa bene a noi,all’economia e soprattutto agli imprenditori che investono su quel social network in quanto costoro hanno bisogno di certezze e non di illusioni.

Quindi le aziende sono penalizzate: dall’ algoritmo di Facebook,dall’ improvvisazione e dall’ instabilità dello stesso network e ciò limita il business aziendale che a livello digitale non può e non deve prescindere esclusivamente da un’unica piattaforma poiché le aziende non possono assecondare i capricci di Mark ma devono muoversi nella libertà più assoluta.

Autore: Angelo Cerrone

Vivo una vita reale ed una 3.0. Tutto ciò che passa per le mie mani viene digitalizzato. Sono un digital and social media strategist ma anche un blogger. Scrivo post velenosi ma veritieri.

6 thoughts on “Non visibilità,improvvisazione e instabilità:i motivi per non investire solo su Facebook.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...